Stampa

News

23/02/2017 - PARMA Spettacolo

Uto Ughi a Parma Il 3 aprile in concerto all'Auditorium Paganini


Presenterà, dal suo ricco repertorio, musiche di Beethoven, Saint Saens, Dvorak, Tartini. Ad accompagnarlo Marcello Mazzoni, pianista talentuoso e concertista di spicco della scuola italiana

E' il violinista più amato, il virtuoso più acclamato, un artista celebre in tutto il mondo e lunedì 3 aprile sarà a Parma: Uto Ughi, nel concerto che terrà all'Auditorium Paganini, presenterà, dal suo ricco repertorio, musiche di Beethoven, Saint Saens, Dvorak, Tartini.

 

Ad accompagnarlo Marcello Mazzoni, pianista talentuoso e concertista di spicco della scuola italiana.

 

Organizzato dal Circolo Ferruccio Busoni con il patrocinio del Comune di Parma il concerto si presenta come un evento importante per la città ducale e si inserisce tra le iniziative di grande richiamo della stagione concertistica della corrente annata.

 

Erede della tradizione che ha visto nascere e fiorire in Italia le prime grandi scuole violinistiche Uto Ughi ha mostrato uno straordinario talento fin dalla prima infanzia: all'età di sette anni si è esibito per la prima volta in pubblico eseguendo la Ciaccona dalla Partita n° 2 di Bach ed alcuni Capricci di Paganini.

 

Quando era solo dodicenne la critica scriveva: "Uto Ughi deve considerarsi un concertista artisticamente e tecnicamente maturo".



Ha iniziato le sue grandi tournèe europee esibendosi nelle più importanti capitali. Da allora la sua carriera non ha conosciuto soste.

Ha suonato infatti in tutto il mondo, nei principali Festivals con le più rinomate orchestre sinfoniche.
Uto Ughi non limita i suoi interessi alla sola musica, ma è in prima linea nella vita sociale del Paese e il suo impegno è volto soprattutto alla salvaguardia del patrimonio artistico nazionale.
In quest'ottica ha fondato il festival "Omaggio a Venezia", al fine di segnalare e raccogliere fondi per il restauro dei monumenti storici della città lagunare.

 

Recentemente la Presidenza del Consiglio dei Ministri lo ha nominato Presidente della Commissione incaricata di studiare una campagna di comunicazione a favore della diffusione della musica classica presso il pubblico giovanile.


 

Altro evento di particolare rilievo è la pubblicazione del libro “Quel Diavolo di un Trillo – note della mia vita”, avvenuta nel 2013, edito da Einaudi: la storia di una vita incredibile, interamente dedicata alla musica.


 


Uto Ughi suona con un violino Guarneri del Gesù del 1744, che possiede un suono caldo dal timbro scuro ed è forse uno dei più bei “Guarneri” esistenti, e con uno Stradivari del 1701 denominato “Kreutzer” perché appartenuto all’omonimo violinista a cui Beethoven aveva dedicato la famosa Sonata.

 

Marcello Mazzoni nasce a Reggio Emilia e comincia gli studi nel locale Istituto Musicale "Achille Peri", ottenendo poi il diploma in pianoforte presso il Conservatorio "C. Monteverdi" di Bolzano. Prosegue l'iter all'Accademia di Imola, perfezionandosi per quattro anni con grandi concertisti e insigni didatti quali: Lazar Berman, Alexander Lonquich, Joachin Achucarro, Riccardo Risaliti, Franco Scala, Piero Rattalino e partecipando alle master classes e agli incontri tenuti da alcuni dei più grandi musicisti dei nostri tempi (Sviatoslav Richter, Maurizio Pollini, András Schiff, Louis Lortie etc.).

 

Ha al suo attivo una rilevante attività concertistica sia in Italia che all’estero ed è abitualmente presente in importanti stagioni in Indonesia, Francia, Singapore, Germania ecc. Nel 2004 ha esordito in veste di solista compositore, presentando una suite pianistica ispirata all’opera “17 Pastelli per pianoforte & voce” (su disegni di Giovanni Menada), nell’ambito del festival dedicato allo scomparso pianista e compositore N. Economu tenutosi presso la prestigiosa Philarmonia di Monaco di Baviera, suonando insieme ad alcuni fra i più grandi musicisti contemporanei quali M. Argerich, il duo Paratore e R. Schedrin.

 

Gli ultimi impegni lo hanno visto protagonista nella sua città contraddistinti dalla partecipazione di migliaia di persone. Dal settembre del 2013 è entrato a far parte della prestigiosa famiglia degli Steinway Artists che riunisce alcuni dei più noti concertisti dei nostri tempi quali Martha Argerich, Vladimir Horowitz, Chrystian Zimerman e Maurizio Pollini.

 

Prevendita attiva tramite il circuito Vivaticket (on-line e rivendite autorizzate)

info : boiardo13@libero.it

 





Commenti

Nessun commento presente

Aggiungi un commento

Codice di sicurezza:
Nome:
E-Mail:
Messaggio:

Max. 5000 caratteri.