Stampa

News

21/03/2017 - Cronaca

"Come ridurre i migranti e fermare le speculazioni private, rovinando lo show a Salvini"


I Sindaci di Salsomaggiore e Fidenza replicano al segretario leghista: “Abbiamo tolto il caso migranti alla speculazione privata e introdotto tetti certi alle presenze. Salvini potrebbe promuoverlo come modello d’efficienza”

“I problemi, come sempre, hanno due soluzioni: la soluzione della propaganda elettorale di un mestierante della politica alla Salvini, che manteniamo a Bruxelles con 16.000 euro al mese. E c’è la soluzione pratica che abbiamo conquistato chiedendo al Governo di fare la sua parte. Una soluzione che funziona e che non ha colore politico. Potrebbe essere esportata in tutto il Paese se la materia profughi fosse un terreno comune di lavoro e non una scuola di propaganda”.

 

Replicano così i sindaci di Salsomaggiore (Filippo Fritelli) e Fidenza (Andrea Massari) al segretario della Lega. “Ci spiace aver rovinato la polemica precotta a Matteo Salvini e al suo codazzo. Pensava di arrivare a Salsomaggiore per gridare contro lo scandalo dei migranti ospitati negli alberghi privati e ha trovato il problema risolto – spiegano i due amministratori – . Stop a 88 nuovi arrivi, introduzione delle quote territoriali, nascita del modello Sprar anche a Salsomaggiore. Modello che accoglie solo numeri limitati di persone, per tempi certi e togli e il business dalle mani rapaci dei privati. Modello che esiste da 13 anni a Fidenza e che abbatterà del 60% le 235 presenze già oggi insediate negli alberghi di Salso e Tabiano. Ci siamo riusciti non con qualche slogan, ma lavorando tanto e per mesi ad una serie di soluzioni che sono state accolte dal Ministro dell’Interno, anche grazie ad una protesta cui la stampa ha dato una voce formidabile. Ai media, non alle chiacchiere di Salvini, diciamo ancora grazie”.

 

Soluzioni di buon senso contro le quali Salvini – di fronte ai giornalisti che gliele snocciolavano – “poteva esercitarsi a fare l’uomo di Governo, pronunciare un “ben fatto, Sindaci” e impegnarsi a portare una buona prassi ovunque. Invece ha scelto quello che gli viene meglio: tirare la palla in tribuna, vaneggiare sul Pd, il Governo. Dare degli scafisti ai ragazzi della Guardia Costiera e della Marina Militare. Mancavano solo due battute sugli indiani d’America”.

 

I due Sindaci ricordano che “sorprende sentire uno con l’esperienza di Salvini che pretende di sapere i nomi degli albergatori privati che hanno ospitato i profughi. Sono tutte informazioni che potrebbe reperire comodamente in Prefettura, senza dannarsi l’anima in una conferenza stampa, peraltro attorniato da amministratori parmensi che dopo tanti proclami, hanno dovuto accettare come tutti la loro quota di profughi parcheggiati in strutture private. E con un numero di ospiti superiore a quello registrato nella ben più grande Fidenza”.

 

Infine, Massari e Fritelli commentano di “aver scoperto da Salvini che a Fidenza sta nascendo, addirittura, la più grande moschea del Nord Italia. Una bufala da guinness, perché non è una moschea, non ci saranno raduni sediziosi, non ci saranno torri né muezzin. E’ semplicemente la sede di un’Associazione di promozione sociale che esiste dal 2005, che ha già una sua sede in centro e che la trasferirà in un immobile in periferia. Un diritto possibile per questa Associazione proprio perché diventata Aps grazie all’iter iniziato in Comune a Fidenza mentre governava la Lega Nord. Come ha scritto oggi l’Aps in una nota stampa, i cittadini italiani e fidentini di fede musulmana vanno bene quando la Lega governa e diventano soggetti pericolosi quando la Lega non governa più?”. 





Commenti

Nessun commento presente

Aggiungi un commento

Codice di sicurezza:
Nome:
E-Mail:
Messaggio:

Max. 5000 caratteri.