Stampa

News

20/05/2017 - PARMA Sport

Calcio, D'Aversa parla di Piacenza-Parma: “Dovremo essere intelligenti a capire i momenti giusti della gara"


Il tecnico crociato prima del match del Garilli: "La compattezza con i nostri meravigliosi tifosi sarà fondamentale”

Mister Roberto D’Aversa, al termine della seduta di rifinitura mattutina odierna, al Centro Sportivo di Collecchio, ha presentato, in conferenza stampa, la partita di domani sera (fischio di inizio: ore 20.30), allo stadio Leonardo Garilli di Piacenza contro il Piacenza (sfida d’andata della seconda fase dei playoff di Lega Pro):

Veniamo da due settimane di ottimo lavoro Ora, iniziamo un altro campionato. In questo periodo qualche nostro giocatore ha avuto la necessità di allenarsi con sedute personalizzate, ma tutti, eccetto Ricci, che ha un problema leggermente più serio, sono disponibili per domani sera a Piacenza. Incontreremo un avversario forte, ben organizzato e ben allenato. Ci attendono due partite. Non dobbiamo pensare al vantaggio che, nei confronti del Piacenza, ci dà il regolamento di questi playoff. Dobbiamo capire i loro pregi e i loro difetti, sfruttando quanto ci concederanno. Il Piacenza è una squadra che gioca a tre dietro, che non concede molti spazi. Dovremo essere bravi a fare il nostro gioco, a capire i momenti della gara e a essere consapevoli che con lo stesso atteggiamento delle ultime due partite affrontate, i nostri valori emergeranno. E’ necessario pensare a un impegno per volta. Bisogna essere tutti compatti, con la nostra meravigliosa tifoseria che anche stavolta si muoverà per stare al nostro fianco con numeri importanti. Mostrando tutti insieme, con il cuore, la voglia di portare a casa il risultato. I tifosi ci daranno la solita spinta. Questa compattezza con tutto l’ambiente la ritengo fondamentale. Il Piacenza dovrà fare qualcosa per vincere. Nella sua struttura di gioco, tutti alla fase difensiva, per poi attaccano in ripartenza, sfruttando in particolare la velocità di Nobile. E’ una squadra che concede poco. Dovremo essere intelligenti a capire i momenti e a equivalere la loro cattiveria. Su Matteo Scozzarella spesso viene messa una marcatura a uomo. Dovremo essere bravi a far si che si possa riparare questo accorgimento avversario. Nell’ultima partita Matteo ha giocato bene, come tutta la squadra attorno e insieme a lui. Spesso le squadra che giocano con noi vogliono un pareggio e spendono un uomo per non farci giocare, per bloccare Scozzarella. Noi, però, abbiamo anche altre caratteristiche. Credo che la continuità dei risultati sia anche continuità di modulo. Qualche nostro giocatore ha raggiunto la condizione fisica ideale. E’ importante. Il nostro sistema di gioco è quello che state vedendo, seppur. siamo adattabili in base alle caratteristiche dei singoli e dei contesti. La trattativa societaria per un’eventuale passaggio di proprietà ? Quest anno non ci siamo fatti mancare niente in termini di tempistica e di modalità, ma ora dobbiamo pensare al campo e al nostro obiettivo. Non dobbiamo e non devo farmi influenzare dagli aspetti societari. La formula di questi playoff con ventotto squadre ? Quando si vogliono portare novità, bisogna valutare altre situazioni. In Serie B, per esempio,  i playoff sono strutturati  meglio, rapportati alle differenze di punti nella classifica della stagione regolare. Le regole erano queste fin dall’inizio, il vantaggio lo abbiamo già avuto nel primo turno, ora abbiamo due risultati su tre. possiamo solo migliorare e pensiamo a giocare come dobbiamo e sappiamo”.





Commenti

Nessun commento presente

Aggiungi un commento

Codice di sicurezza:
Nome:
E-Mail:
Messaggio:

Max. 5000 caratteri.