Stampa

News

29/06/2017 - PARMA Spettacolo

Torna la rassegna estiva “Spazi d’ozio" del Teatro del Cerchio


Dal 4 al 28 luglio, dal lunedì al venerdì, a partire dalle ore 19 presso l’arena estiva di via Pini

Dopo il successo dello scorso anno, torna la rassegna estiva “Spazi d’ozio”: dal 4 al 28 luglio, dal lunedì al venerdì, a partire dalle ore 19 presso l’arena estiva di via Pini 16/a, pronta ad animare l’estate parmigiana e ad accogliere grandi e piccini, coinvolgendoli in tante nuove attività. Una quarta edizione ricca di novità, con spettacoli per famiglie e spettacoli in prosa, arti circensi, letture d’autore a tema, con aperitivi, tarocchi, musica, libri e tanto divertimento con ingresso libero.

La rassegna del Teatro del Cerchio ha il sostegno dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma, ed è organizzata in collaborazione con il Teatro Necessario.

“Spazi d'Ozio – ha detto Flora Raffa, dirigente del settore Cultura del Comune di Parma – si inserisce coerentemente nella ricca programmazione estiva dei teatri della nostra città e nelle tante opportunità che il Comune sostiene perché le realtà culturali possano essere garantite e piacevolmente fruibili da tutti”.

A presentare nel dettaglio la rassegna è intervenuto Mario Mascitelli, direttore artistico del Teatro del Cerchio, che ha sottolineato: “l'attenzione del Comune nei confronti del nostro lavoro ci permette di promuovere anche progettualità ad ampio raggio, che coinvolgono un pubblico più ampio rispetto a quello appassionato di teatro. Inoltre, dialogare con le altre realtà del territorio, come la nostra collaborazione con il Teatro Necessario, attraverso il concorso per arti circensi, significa poter arricchire l'apporto culturale sulla città”.

Aprirà la rassegna lo spettacolo “Addii d’amore”, di e con Carlo Ferrari e Franca Tragni, alle ore 21.30, per il primo dei tre martedì dedicati agli spettacoli di prosa, a cui seguiranno “La zona Cesarini” della Compagnia Il giardino delle ore e “La rivoluzione delle sedie” della Compagnia Aceti Nicoletta Alesse.

Ogni mercoledì ritornano a grande richiesta gli appuntamenti con gli spettacoli di arti circensi, grande conferma di quest’anno. Le serate cominceranno alle ore 20.30 con l’esibizione dapprima delle Compagnie che partecipano al Concorso, giunto alla seconda edizione; a seguire ci saranno gli spettacoli circensi di artisti nazionali e internazionali: apriranno i vincitori del Concorso dello scorso anno, la compagnia argentina Intrepidos.

Non mancheranno, come da tradizione, spettacoli dedicati alle famiglie, pensati in particolare per i più piccoli: a loro saranno rivolte tutte le quattro serate del giovedì, a cominciare dallo spettacolo di produzione del Teatro del Cerchio “Dello squalo non si butta via niente”, di e con Mario Mascitelli e Mario Aroldi, a cui seguiranno poi “Cartoline di don Chisciotte” della DittaGiocoFiaba e “Arianna” di Teatro Blu che vanta la regia di Daniele Finzi Pasca, conosciuto in tutto il mondo per essere il fondatore e direttore del Cirque du Soleil; chiuderanno i Manicomics di Piacenza con il loro spettacolo “Kermesse”.

Torneranno anche quest’anno narrazioni e letture dal vivo in Per-corsi di viaggio- Libri, musica, aperitivi, tutti i venerdì a partire dalle ore 19. Il tema di quest’anno saranno i viaggi in Italia e all’estero con letture d’autore, abbinate a degustazioni di stuzzichini. L’evento vedrà la partecipazione della Libreria Piccoli Labirinti che ogni sera, durante tutta la rassegna, presenzierà con un punto di vendita libri e bookcrossing, dove si potranno portare libri e prenderne altri in prestito. Per ogni serata a tema sarà abbinato un aperitivo a tema.

Tutte le sere sarà attivo un servizio bar con area ristoro, con zone relax e piccoli ‘spazi d’ozio’ per trascorrere la serata in totale comodità.

Che cosa è Spazi d’ozio

A tutti noi piacerebbe avere uno spazio dedicato alla cura personale, alla tranquillità e, perché no, allo sviluppo della propria creatività. Spazi d’ozio è una culla per il tempo libero, un luogo dove conservare i principi più antichi dello ‘svago’ e dedicarsi solo all’intimità, all’amicizia e al divertimento. Ricreare uno spazio d’ozio è importante per incontrarsi con l’altro, scambiare opinioni e finalmente uscire dalla quotidianità del lavoro e della routine. Ozio come svago, come tempo dedicato a se stessi, all’arricchimento di idee e di cultura. Ozio come spazio intimo, da condividere con tutti.





Commenti

Nessun commento presente

Aggiungi un commento

Codice di sicurezza:
Nome:
E-Mail:
Messaggio:

Max. 5000 caratteri.