Stampa

News

11/07/2017 - Spettacolo

Insolito Festival: da oggi al 13 luglio musiche dal mondo, il fascino segreto delle panchine e il viaggio di due extraterrestri lunatici


La prossima settimana il calendario della rassegna teatrale estiva del Giardino Ducale propone cinque appuntamenti tra concerti, teatro e reading

Un viaggio al suono di cento strumenti a percussione dentro le musiche del mondo, un percorso alla scoperta delle storie segrete che racchiudono le panchine del Parco Ducale, un mosaico di letture tra classici della fantascienza e nuovi autori di una narrativa fantasticante, e le incursioni di teatro di figura sul futuro della carta nel mondo digitale. Il calendario degli appuntamenti di Insolito Festival, la rassegna teatrale estiva promossa da Micro Macro e dal Teatro delle Briciole con il Comune di Parma, propone dall’11 al 13 luglio quattro appuntamenti che sono altrettante occasioni per vivere il Giardino Ducale, tutte a ingresso gratuito.

Martedì 11 luglio alle 21.30 nel Boschetto delle Querce, un’area del Giardino vicina al Teatro al Parco e caratterizzata dalla presenza di straordinari alberi, è in programma «Il ritmo della terra», per adulti e bambini dai 3 anni, in cui il musicista Luciano Bosi dà voce a tantissimi strumenti a percussione provenienti da tutto il mondo, e conduce il pubblico in un viaggio tra ritmi unici e straordinari originati da lontane culture. Il Cariol di Annamaria Senatore è presente con frutta di stagione, macedonie e succhi, la Biblioteca di @lice con una vetrina tematica di libri.

Mercoledì 12 e giovedì 13 luglio il cartellone propone tre appuntamenti, tutte creazione del Teatro delle Briciole nate appositamente per Insolito Festival. Alle 20.45 «Panchine», per adulti e bambini, a cura della coreografa e danzatrice Elisa Cuppini. Un percorso scelto indicherà di volta in volta una panchina da incontrare, e questo luogo di sosta, questo oggetto posizionato nel mondo per far sedere la gente, ci farà restare in piedi per contemplarlo e conoscerne la storia che lo attraversa. Pensata invece per un pubblico di soli adulti è «Futuro illeggibile». Il primo episodio, «Ingannati dalla terra», creato per l’ edizione scorsa del Festival, verrà presentato il 12 luglio alle 21.30, il secondo episodio, «Incontri ravvicinati non si sa di che tipo», novità realizzata per questa edizione, va in scena il 12 luglio alle 22.30 e replica il 13 luglio alle 21.30. L’arrivo sulla terra di due alieni e le loro tragicomiche disavventure sono lo spunto con cui gli attori Claudio Guain e Savino Paparella, anche curatore della creazione, ci guidano in un futuro surreale, attraverso i capitoli di un reading che ripercorre pagine celebri del genere fantascienza, da Bradbury a Buzzati. Sconfinando, nel secondo episodio, nelle invenzioni di una narrativa fantasticante, con cui Ermanno Cavazzoni ritrae da anni un’umanità lunatica e maniacale. Il terzo appuntamento del 12 e 13 luglio, alle ore 22, è «Corti di carta», a cura di Riccardo Reina: brevi esplorazioni di un materiale effimero e resistente, che ha dato forma alla civiltà umana in tutti i suoi aspetti ed è forse destinato a scomparire. Durante «Futuro illeggibile» e «Corti di carta» è presente il Cariol di Annamaria Senatore. Intanto nella Sala Baliatico dell’Ospedale Vecchio, in Via d’Azeglio, dal lunedì al giovedì è aperto, e pronto a ricevere nuove e gradite donazioni, il «MooP, Museo degli Oggetti Ordinari di Parma». Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito.





Commenti

Nessun commento presente

Aggiungi un commento

Codice di sicurezza:
Nome:
E-Mail:
Messaggio:

Max. 5000 caratteri.