Stampa

News

26/10/2017 - PARMA Spettacolo

Il Teatro al Parco di Parma compie 30 anni e li festeggia con una non-stop


Il 28 ottobre tanti artisti si alternano in una maratona di spettacoli e laboratori dalle 10 a tarda sera per celebrare il trentesimo anniversario del Teatro che nel 1987 il Comune di Parma ricavò dalle Ex Fiere

Più di dodici ore di teatro non stop, undici appuntamenti dal mattino a tarda sera in tutti gli spazi del Teatro: spettacoli brevi, frammenti, laboratori, dj set. Sabato 28 ottobre il Teatro al Parco festeggia il suo trentesimo compleanno aprendo le porte ai cittadini. Si intitola «This is not only a Party» e sarà una maratona teatrale arricchita da un momento conviviale: alle 19.30 teatro, spettatori e rappresentanti delle istituzioni faranno insieme un brindisi augurale a cui seguirà un aperitivo-buffet. Tutti gli appuntamenti, tranne i laboratori, sono a ingresso gratuito. Alcuni appuntamenti sono a capienza limitata, si consiglia vivamente la prenotazione (0521 992044/989430). Era il 1987 quando il Comune di Parma trasformò le ex Fiere in un nuovo teatro per la città, per accogliere una realtà, il Teatro delle Briciole, che dopo undici anni di giovanile nomadismo trovò in esso un porto adeguato alle sue rotte e ai suoi viaggi. In questi trent’anni il Teatro ha connotato la propria identità unendo la specificità irriducibile dell’infanzia e del suo vocabolario con l’attenzione per le contraddizioni della contemporaneità, con le trasformazioni del presente e il suo perenne irradiarsi dentro le generazioni, nella vita degli adulti e dei bambini, nel loro reciproco parlarsi.
Il programma della giornata inizia alle 10 del mattino con «Felicemente noi!», laboratorio aperto a tutti condotto dalla coreografa e performer Silvia Gribaudi, che guida i partecipanti alla scoperta di un mondo poetico in cui il corpo è abitato da profonda vitalità e dall‘intuizione come risorsa artistica e quotidiana. Dalle 13.30 alle 17 i Babilonia Teatri, tra le compagnie di maggior rango della scena italiana, conducono «Benzina sul fuoco», un laboratorio aperto a tutti che vuole condividere un'idea di teatro che si interroga sul nostro tempo a partire dalle nostre inquietudini, dalle nostre contraddizioni, dai nostri tabù. Alle 15, alle 17.30 e alle 22.30 vanno in scena «I dialoghi dell’infanzia», un’installazione per adulti di Beatrice Baruffini per raccontare l’infanzia e restituire il suo sguardo sul mondo e su alcune questioni importanti della vita. Alle 15.30, alle 16.30 e alle 18, Savino Paparella presenta «L’attore scordato», in cui veste i panni di un interprete che prova a coordinare un suo nuovo ingresso sulle scene, ma nel trasporto generale verrà di nuovo scordato in un magazzino di corde. Alle 15.30, alle 16.30 e alle 19 «Le ciabatte di Otello» di Claudio Guain è un piccolo viaggio nel cuore di un attore e nel suo strano rapporto con gli oggetti di scena, soprattutto con le scarpe. Alle 16 e alle 18.30 i Sacchi di Sabbia presentano «Ssshhh, i pop-up inediti dei Sacchi di Sabbia», racconto per immagini e suoni di un percorso di ricerca decennale sul libro pop-up. Cosa ti accade fisicamente se pensi al teatro? Lo ha chiesto Elisa Cuppini ai cittadini, in «Rent a Movement Theatre», una nuova tappa della ricerca in cui l'artista invita gli abitanti a prestarle un gesto, restituendo poi l'insieme dei movimenti individuali in un rinnovato vocabolario collettivo in forma danzata (ore 17.30). Alle 18.30 con «Taci Emilia! e L’addio di Prospero» Bruno Stori si insinua nelle pieghe di due capolavori di Shakespeare, Otello e La tempesta, per estrarne due ribellioni teatrali nelle quali il privato dell’attore diventa politico. Alle 19 «L’orco» di Marina Allegri e Maurizio Bercini è un omaggio a una figura dominante il mito e la leggenda e che nella fiaba diventa simbolo di tutte le paure dell’ascoltatore e dello spettatore. Alle 19.30 al brindisi augurale intervengono con un saluto i deputatati di Parma Patrizia Maestri e Giuseppe Romanini, il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti, l’Assessore alla Cultura Michele Guerra e l’Assessore ai Lavori pubblici Michele Alinovi. Dopo l’aperitivo buffet, alle 21.15 Marco Baliani presenta «Ogni volta che si racconta una storia». Attraverso un dipanarsi di letture, narrazioni, ricordi, riflessioni, che si incrociano nel suo nuovo libro, uscito da Laterza, «Ogni volta che si racconta una storia», Baliani offre agli ascoltatori una mappa di esperienze su quella particolare forma di comunicazione che è la voce del narratore. Chiude la giornata alle 22.30 il «Dj set» a cura di Simone Arganini. Si ringraziano per la collaborazione Fratelli Galloni Prosciutti di Parma, Cantine Dall’Asta, Circolo “Luigi Percudani” di Casaselvatica (Parma). Informazioni www.solaresdellearti.it /teatrodellebriciole.
 
 
IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA
 
Dalle 10 alle 13
Silvia Gribaudi
FELICEMENTE NOI! 
LABORATORIO 
 
Dalle 13.30 alle 17
Babilonia Teatri 
BENZINA SUL FUOCO 
LABORATORIO
 
Ore 15, 17.30, 22.30
Beatrice Baruffini
DIALOGHI DELL’INFANZIA
 
Ore 15.30, 16.30, 18
Savino Paparella
L’ATTORE SCORDATO 
 
Ore 15.30, 16.30, 19
Claudio Guain
LE CIABATTE DI OTELLO
Durata 20 minuti
                                             
Ore 16 e 18.30
I Sacchi di Sabbia
SSSHHH… I POP UP INEDITI DE I SACCHI DI SABBIA 
 
Ore 17.30
Elisa Cuppini
RENT A MOVEMENT THEATRE
Perché mi presti questo gesto?
 
Ore 18.30
Bruno Stori
TACI EMILIA! - L’ADDIO DI PROSPERO
 
Ore 19 
Marina Allegri e Maurizio Bercini
L`ORCO
 
Ore 19.30
BRINDISI E APERITIVO-BUFFET
 
Ore 21.15
Marco Baliani
OGNI VOLTA CHE SI RACCONTA UNA STORIA 
Ore 22.30
DJ SET
dj Simone Arganini 
 
DIDASCALIE FOTO ALLEGATE IN ORDINE DI ORARIO
ore 10-13, Silvia Gribaudi conduce il laboratorio aperto a tutti “Felicemente noi!” 
ore 13.30-17: I Babilonia Teatri conducono il laboratorio aperti a tutti “Benzina sul fuoco” 
ore 15, 17.30, 22.30: Beatrice Baruffini e i suoi “Dialoghi dell’infanzia” 
ore 15.30, 16.30, 18: Savino Paparella è “L’attore scordato” 
ore 15.30, 16.30, 19: Claudio Guain indossa “Le ciabatte di Otello” 
ore 16 e 18.30: I Sacchi di Sabbia raccontano per immagini la loro ricerca sui libri pop-up in “Sssshhh… I pop up inediti de I Sacchi di Sabbia” 
ore 17.30: Elisa Cuppini restituisce ai cittadini i gesti che loro stessi le hanno prestato in “Rent a movement theatre” 
ore 18.30: Bruno Stori entra ed esce da Shakespeare con grazia e ironia in “Taci Emilia e L’addio di Prospero” 
ore 19: Maurizio Bercini e Marina Allegri immaginano e rievocano “L’orco” 
ore 21.15: Marco Baliani ricorda e riflette sull’arte del narrare in “Ogni volta che si racconta una storia” 
ore 22.3: Simone Arganini conclude la festa con un “dj set”
 
 





Commenti

Nessun commento presente

Aggiungi un commento

Codice di sicurezza:
Nome:
E-Mail:
Messaggio:

Max. 5000 caratteri.