dodici tv parma
Stampa

News

24/03/2018 - PARMA Spettacolo

Se il teatro di figura porta in scena le madri-coraggio di Plaza de Mayo e le ricerche sul cervello di Oliver Sacks


Festival promosso dal Teatro delle Briciole: tecniche, linguaggi e temi diversissimi, dal teatro civile all’affresco del presente, dai pupi siciliani alle fiabe classiche raccontate con gli oggetti

Una fiaba immortale come Aladino raccontata dal re dei pupari  Mimmo Cuticchio e insieme la piaga ancora aperta delle madri dei desaparecidos vittime 40 anni fa della dittatura militare argentina, in cui rimette il dito la compagnia franco-argentina La mue/tte. La convivenza tra due temi così diversi ma così felicemente compresenti, che si rivolgono il primo al pubblico misto di adulti e bambini, il secondo solo agli adulti, è uno dei tratti distintivi del programma della quinta edizione di “Impertinente”, il festival di teatro di figura con artisti italiani e internazionali promosso dal Teatro delle Briciole dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma, in collaborazione con il Castello dei Burattini/Museo Giordano Ferrari, in programma al Teatro al Parco dal 23 al 28 marzo. Il primo appuntamento, venerdì 23 alle 21, è con il raffinato «teatro visuale e musicale» de La mue/tte, gruppo formato da Santiago Moreno e Delphine Bardot, e del loro «Les folles», trittico per adulti composto da due assoli, un’esposizione con foto storiche e cortometraggi, dedicati alla forza collettiva delle madri (le folli del titolo) dei desaparecidos. Moreno si avvale di una ricerca negli archivi dell’epoca per restituire, anche musicalmente, il clima di terrore in quegli anni; Bardot accompagna una madre della Plaza de Mayo attraverso la metafora del gesto del ricamare, nel suo cammino di trasformazione dalla solitudine luttuosa alla forza del collettivo. Sabato 24 sono in programma tre spettacoli dal pomeriggio a tarda sera. Alle 17.30 le grandi fiabe della tradizione popolare entrano in una valigia e atterrano su un tavolo, dove rivivono grazie alla fusione di oggetti, suoni e parole, creata e animata da Fabrizio Pallara del Teatro delle Apparizioni («Fiabe da tavolo I», ovvero Cappuccetto rosso e I tre porcellini, il secondo dittico va in scena il 25 marzo alla stessa ora con Il pesciolino d’argento e Hänsel e Gretel, per bambini dai 4 anni). Alle 21 protagonisti assoluti sono i pupi e il loro mondo fantastico. Dal classico della letteratura orientale Le mille e una notte, la meravigliosa storia di Aladino, del Genio della lampada e del più potente mago africano, consente al grande puparo siciliano Mimmo Cuticchio di unire cultura occidentale e cultura orientale in una cornice di tolleranza e convivenza, fondata sull’idea di infanzia come valore («Aladino di tutti i colori», per bambini dai 6 anni, la Biblioteca di @lice è presente con una vetrina tematica di libri. Alle 22.30 chiude la giornata la compagnia Riserva Canini con «Il mio compleanno», per adulti, affresco dei tormenti, dei desideri e delle fragilità dell’epoca che stiamo vivendo realizzato con un linguaggio che mescola immagine animata a vista e sonorizzazione in versione live, teatro d’ombre e proiezioni di sagome. Lo spettacolo prende le mosse dalle distorsioni del campo visivo e percettivo causate da una particolare forma di cefalea, ispirandosi alla acuta meditazione sulla relazione tra corpo  e mente contenuta in «Emicrania», il libro del celebre neurologo britannico Oliver Sacks. Domenica 25 in programma un altro terzetto di appuntamenti: dalle 10.30 alle 12.30 «Le montagne dei giganti», laboratorio di burattini; alle 16.30 «Becco di rame», spettacolo di pupazzi su nero del Teatro del Buratto; alle 17.30 il secondo capitolo di «Fiabe da tavolo». Biglietti 6 € (prezzo speciale “Aladino di tutti i colori” + “Il mio compleanno”: 6 €). Biglietti in vendita alla biglietteria al Teatro al Parco e nei punti vendita Vivaticket, online sul sito vivaticket.it.





Commenti

Nessun commento presente

Aggiungi un commento

Codice di sicurezza:
Nome:
E-Mail:
Messaggio:

Max. 5000 caratteri.